AL VIA “ORGOGLIO ITALIANO”, IL SALOTTO DI ANGELICA BIANCO CHE RACCONTA LE ECCELLENZE ITALIANE.

Progetto senza titolo

Con Angelica BIANCO, giornalista e direttore commerciale de La Discussione.

ASCOLTA IL PODCAST

“Orgoglio italiano” è un evento organizzato dal quotidiano La Discussione e dedicato alle eccellenze italiane con le testimonianze di imprenditori e professionisti di successo.

Nella sala Comunale di Sain Vincent, venerdì 22 e sabato 23 a Saint Vincent, nel salotto coordinato da Angelica Bianco sfileranno storie di vita, progetti, idee innovative, valori fondamentali raccontati in prima persona nelle interviste che Angelica Bianco farà a Riccardo Alemanno, Innocenzo Caizza, Eugenio Calearo Ciman, Monica Cerin, Achille Colombo Cleririci, Alberto Conforti, Alessia Cotta Ramusino, Vincenzo Sanasi D’ Arpe, Polo de Capitani di Vimercate, Guglielmo De Rosa, Elsa Di Paolo, Stefano Gentili, Antonino Giannone, Aldo Livolsi, Anita Mattei, Davide Rosiello, Giulia Sciotti, Andrea Torracca, Fabio Verile.

La Discussione, attraverso una professionista di grande talento qual è Angelica Bianco, vuole dare voce all’Italia migliore, che si impegna e cresce con sacrifici e coraggio dando lustro al nostro Paese. E il salotto Orgoglio Italiano è la prima tappa di un viaggio in questa Italia che eccelle.

Buon ascolto…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Un pensiero su “AL VIA “ORGOGLIO ITALIANO”, IL SALOTTO DI ANGELICA BIANCO CHE RACCONTA LE ECCELLENZE ITALIANE.

  1. Bravissima la dottoressa Angelica per aver ideato Orgoglio italiano .. la nostra enogastronomia ha necessità di essere al centro delle politiche di sviluppo.
    Pensiamo ai nostri territori periferici i cui imprenditori spesso sono abbandonati a se stessi ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.