ANIMALI & PALAZZI

animali & palazzi

Puntata di lunedì 8 novembre, ore 12.00

Con Gianluca FELICETTI, presidente della LAV.

ASCOLTA IL PODCAST

Questa settimana in evidenza. All’esame della Commissione Istruzione e cultura del Senato gli emendamenti al disegno di legge delega in materia di spettacolo. Tra le norme previste dal provvedimento il superamento dell’uso degli animali nei circhi.

Il decreto incendi è stato convertito in legge: approvati gli emendamenti che prevedono l’inclusione del salvataggio degli animali da parte della Protezione Civile e dei Carabinieri forestali. Purtroppo sono stati rigettati gli emendamenti che prevedevano un inasprimento delle norme all’attività di caccia nelle zone colpite dagli incendi.

Torna in Senato il testo della legge europea, approvato con modifiche dalla Camera: confermato il posticipo al 30 giugno 2022 dell’entrata in vigore del divieto di sperimentazione su animali di test su alcol, droga e tabacco. Approvati, tuttavia, due Ordini del Giorno con i quali il Governo si è impegnato a rendere stabili i finanziamenti ai metodi di ricerca sostitutivi all’uso di animali.

La scorsa settimana il testo della riforma dell’art. 9 della Costituzione ha ricevuto il terzo Sì dal Senato.Il provvedimento torna alla Camera per la quarta ed ultima approvazione, attesa per gennaio.

Ancora un nulla di fatto nella Commissione Giustizia del Senato in merito alla riforma dei Codici che dovrebbe inasprire le pene contro chi maltratta gli animali. Nel frattempo, però, continuano i casi di crudeltà nei confronti degli animali: sabato scorso i Vigili del Fuoco di Catania e l’Unità di emergenza della Lav, a seguito di una chiamata anonima, sono riusciti a salvare un cane trovato legato con lo scotch alle zampe e al muso, abbandonato tra i rovi.

Buon ascolto…

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.