ARRIVA IL DDL PER LA TUTELA DEGLI INSETTI

ore 16.00 - IN PARLAMENTO, con il sen. Fabrizio Trentacoste e Simone Toselli, apicoltore Eden Bee

Puntata di lunedì 30 maggio, ore 16.00

Con il senatore Fabrizio TRENTACOSTE (M5S), relatore del provvedimento nella Commissione Agricoltura del Senato e Simone TOSELLI, apicoltore, amministratore dell’azienda EDEN Bee

ASCOLTA IL PODCAST

Finalmente, dopo più di un anno di stop, l’iter del disegno di legge per la “tutela degli insetti” ha ricominciato il suo iter parlamentare nella Commissione Agricoltura del Senato. Negli ultimi 30 anni solo in Europa si è registrata una perdita di circa il 75 per cento della popolazione degli insetti, soprattutto degli “impollinatori”, indispensabili per mantenere l’equilibrio degli ecosistemi.

Api , sirfidi, farfalle, falene, vespe e coleotteri, non sono dei disturbatori o mostri della natura di cui avere paura. Essi rappresentano la forza propulsiva vitale essenziale per la riproduzione vegetale, senza la quale nemmeno la nostra vita sarebbe possibile. Il declino di queste specie è causato soprattutto dall’agire antropico, come il cambio di destinazione dei suoli, l’agricoltura intensiva, l’uso di pesticidi e inquinanti.

Occorre un nuovo approccio e una diversa sensibilità nei confronti di queste piccole e speciali creature. Questo disegno di legge va nella direzione auspicata, restituendo habitat naturali e dignità di vita a questi piccoli animali. Entro l’estate il Senato dovrebbe concludere l’iter, affinché la Camera possa approvare definitivamente il provvedimento entro la fine della legislatura. Noi cittadini possiamo fare la nostra parte, chiedendo ai nostri referenti parlamentari di appoggiare questo disegno di legge e portarlo a compimento in tempi brevi.

Buon ascolto…

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.