DALLA UE PASSI AVANTI CONTRO LA VIOLENZA DOMESTICA.

Dentamaro

Puntata di mercoledì 13 ottobre, ore 15.30

FUTURO CHIAMA EUROPA con Luisa REGIMENTI, europarlamentare Gruppo PPE-FI

Lo scorso 6 ottobre il Parlamento europeo ha approvato a larghissima maggioranza una Risoluzione sull’impatto della violenza da parte del partner e dei diritti di affidamento su donne e bambini. Secondo le stime, a questo ritmo l’Europa raggiungerà la parità di genere tra settanta anni. Ecco perché il Parlamento europeo ha voluto “smuovere le acque”, esortando gli Stati membri a mettere mano celermente ai sistemi giudiziari nazionali per rendere effettiva la tutela delle donne e dei minori che subiscono violenza domestica.

Tra i punti più rilevanti della Risoluzione, spicca la necessità di trattare congiuntamente i procedimenti penali e civili che riguardano i casi di violenza e quelli di separazione e affidamento; prevedere un’adeguata formazione per tutti gli operatori che hanno il compito di supportare la donna che denuncia le violenze subite; il potenziamento dei servizi territoriali, tra cui gli “alloggi sicuri” per le donne vittime di violenza e i loro figli; un sostegno economico concreto, per permettere alle vittime di violenza di rientrare nel mondo del lavoro ed essere autonome; il diritto dei minori di essere ascoltati, nonché la previsione di campagne informative nazionali per rendere i minori consapevoli dei loro diritti.

Sappiamo, purtroppo, che durante le restrizioni dovute alla pandemia, il numero delle violenze sulle donne è aumento in maniera esponenziale in tutta Europa. Con questa azione legislativa, il Parlamento europeo ha rimesso la violenza sulle donne tra le priorità della sua azione. “L’approvazione della legge europea sulla violenza domestica – ha spiegato l’on. Luisa Regimenti, correlatrice del provvedimento – è un passo straordinario e lancia un messaggio forte di speranza per tutte le donne che hanno subito e subiscono atti di violenza fisica, psicologica o economica da parte del partner e che lottano ogni giorno per la propria sopravvivenza e per quella dei figli”. L’auspicio di tutti noi è che la speranza possa realmente tornare a risplendere sui volti di tutte le donne e dei minori che hanno conosciuto l’orrore della violenza.

Buon ascolto…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.