FARM TO FORK: È INIZIATA LA RIVOLUZIONE AGROALIMENTARE

img-magazin-2019-smart-farming-teil-1-4-0web-1400

Puntata di venerdì 22 ottobre, ore 10.00

FUTURO CHIAMA EUROPA con Luisa Regimenti, europarlamentare Gruppo PPE- Forza Italia.

ASCOLTA IL PODCAST

In questa puntata di FUTURO CHIAMA EUROPA, l’on. Luisa Regimenti ci ha illustrato la Strategia dal Produttore al Consumatore (Farm to Fork) per un sistema alimentare più sano e rispettoso dell’ambiente, che intende guidare l’Europa verso una produzione agroalimentare sostenibile in una prospettiva di azzeramento delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2050.

La strategia, approvata proprio questa settimana dal Parlamento europeo, si pone di raggiungere obiettivi importanti quali la riduzione fino al 50% dell’uso dei pesticidi; la diminuzione significativa dei fertilizzanti, soprattutto quelli che forniscono azoto e fosforo, nonché la drastica riduzione della loro perdita per la conservazione della fertilità dei suoli; la riduzione del 50% degli antimicrobici negli allevamenti animali; l’ampliamento dell’agricoltura biologica. Si tratterà, quindi, di un percorso a tappe, per permettere ai sistemi produttivi nazionali di adeguarsi alle nuove regole per la riduzione dell’impatto ambientale.

La strategia pone molta attenzione anche sulla non sostenibilità dei regimi alimentari della UE, caratterizzati da un eccesso di alimenti ad alta densità energetica ( soprattutto carni rosse, zuccheri, sali e grassi) e un uso al di sotto del necessario di cereali frutta, verdura, legumi e frutta secca. Da questo punto di vista, la transizione verso sistemi alimentari più sostenibili passerà inevitabilmente attraverso una maggiore consapevolezza dei consumatori e, in questo senso, l’Europa si appresta a stabilire entro la fine del 2022 un sistema di etichettatura alimentare armonizzato in tutti gli Stati membri. Su questo punto, è in corso un serrato braccio di ferro tra il sistema Nutrinform Battery italiano e il  Nutri-Score francese. In generale, sarà necessario trovare un sistema in grado di informare correttamente il consumatore, orientandolo verso scelte sostenibili ma senza condizionarlo sull’acquisto di determinati prodotti.

La strategia prevede anche una particolare attenzione verso la riduzione dello spreco alimentare, prevedendo il dimezzamento dello spreco pro capite entro il 2030. Basti pensare che ogni anno in Europa si generano circa 87,6 milioni di tonnellate di perdite e sprechi alimentari, la maggior parte delle quali deriva dallo spreco nelle famiglie.

Buon ascolto…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.