LA CINA È VICINA. NUOVI SCENARI NELLA SOCIETÀ POST-COVID.

Chinese President Xi Jinping is seen leading other top officials pledging their vows to the party on screen during a gala show ahead of the 100th anniversary of the founding of the Chinese Communist Party in Beijing on Monday, June 28, 2021. For China's Communist Party, celebrating its 100th birthday on Thursday, July 1 is not just about glorifying its past. It's also about cementing its future and that of its leader, Chinese President Xi Jinping. (AP Photo/Ng Han Guan)

Puntata di lunedì 29 novembre, ore 17.00

RISIKO – Con il prof. Massimo PANEBIANCO, docente di diritto internazionale Università degli Studi di Salerno e l’avv. Antonio DI MURO, analista geopolitico.

ASCOLTA IL PODCAST

Il Covid 19 ha messo a dura prova le economie mondiali, soprattutto ha causato una battuta d’arresto della globalizzazione. Si è ricominciato a parlare di “confini”, di sovranità, di interessi nazionali. La crisi nella catena di approvvigionamento delle materie prime, ne è un esempio.

In questo scenario, la pandemia è diventata un fenomeno che va ben oltre le dinamiche igienico sanitarie. L’economia del Covid sta determinando riposizionamenti geopolitici, dando vita a nuove cooperazioni e alleanze che stanno spostando l’asse mondiale dall’Atlantico al Pacifico.

La “guerra senza eserciti” tra l’Occidente e la Cina per il predominio globale si sta giocando nel quadrante Indo-Pacifico, dove anche le strategie di vaccinazione anti-Covid sono diventate parte di questa disputa internazionale. Parimenti, la limitazione dei diritti e delle libertà individuali è un “prezzo da pagare” nella contesa per il predominio geopolitico, in un clima da guerra fredda che, ancora una volta, vede il mondo diviso in due blocchi diversi.

Buon ascolto…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.