LA GIUNGLA DEI BONUS EDILIZI.

Operai al lavoro nell'area del Village Expo nell'area di Cascina Merlata, composta da 7 torri residenziali, dove dal prossimo maggio saranno ospitati oltre 1330 delegati provenienti dai paesi che parteciperanno all'Expo, 30 settembre 2014. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Puntata di giovedì 3 marzo, ore 13.00

Con Riccardo ALEMANNO, presidente dell’Istituto Nazionale Tributaristi.

ASCOLTA IL PODCAST

Continua l’odissea normativa dei bonus edilizi, che ha creato una impasse difficile da superare in tempi brevi. Ieri alla Camera il Ministro dell’Economica, Daniele Franco, ha tenuto un’informativa parlamentare nell’ambito della quale ha confermato come il danno erariale derivante dalle false cessioni abbia assunto proporzioni estremamente rilevanti: si parla complessivamente di 5 miliardi di euro.

In discussione non c’è l’utilità dello strumento dei bonus fiscali, tuttavia, è chiaro che la totale deresponsabilizzazione finanziaria del cittadino ha generato un effetto dopante sul mercato, con conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti. Come uscirne fuori? Anzitutto, occorre certezza normativa, che in altre parole significa rendere strutturali le detrazioni fiscali con una quota d’intervento statale sicuramente ben lontana dal 110%.

Purtroppo l’incertezza legislativa sembra diventata una costante nelle politiche nazionali, un segnale che denota la poca chiarezza sugli obiettivi politici che si vogliono perseguire. Il tutto a discapito di un sistema produttivo che per uscire dalla crisi pandemica ha bisogno di pianificazione e snellimento delle procedure. La delega fiscale e la riforma del catasto, non sembrano andare in questa direzione. In questo contesto, l’ombra del conflitto tra Russia-Ucraina si abbatterà pesantemente sulla nostra economia, con conseguenze devastanti per la ripresa nazionale.

Buon ascolto…

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.