L’UFFICIO FORESTALE UE ARRIVA IN ITALIA. OBIETTIVI E TUTELE IN TEMPO DI GUERRA.

L’UFFICIO FORESTALE UE ARRIVA IN ITALIA. OBIETTIVI E TUTELE IN TEMPO DI GUERRA.

Puntata di venerdì 11 marzo, ore 12.00

Con l’on. Iolanda DI STASIO, membro della Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera dei deputati e Ezio DANIELE, presidente di Assoimballaggi.

ASCOLTA IL PODCAST

Mentre la Camera dei deputati si appresta a ratificare l’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e l’Istituto Forestale Europeo, creato nel 1993 allo scopo di fornire informazioni e ricerche nel campo delle scienze forestali, il “legno” sta diventando una merce rara, sia in termini di approvvigionamento sia di prezzi della materia prima.

La pandemia e il conflitto bellico in corso hanno portato a galla tutte le criticità e le contraddizioni della legislazione europea e nazionale. L’Europa si è dotata di una normativa anti deforestazione che tutela efficacemente il nostro patrimonio forestale, parimenti è fortemente dipendente dall’importazione di legno da Stati extra UE. Soltanto l’Italia importa l’80 per cento del legno da Paesi stranieri, la maggior parte dei quali sono responsabili della distruzione di interi ecosistemi nel mondo.

L’apertura in Italia di una sede dell’Ufficio Forestale Europeo potrà essere d’impulso per una proficua collaborazione tra Enti di ricerca, politica e attori privati del settore, a garanzia di una catena di produzione del legno che miri ad utilizzare le risorse naturali nazionali in un’ottica di economia circolare, trasformando le sfide ambientali anche in una opportunità di crescita.

Buon ascolto…

Cristina Del Tutto, direttore

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO PARLAMENTARE

PER  UN’INFORMAZIONE LIBERA, INDIPENDENTE E COMPETENTE.