VIA LIBERA DAL SENATO ALLA VALORIZZAZIONE DELLE PICCOLE PRODUZIONI LOCALI.

ore 13.00 - IN PARLAMENTO, con l'on. Giorgio Maria Bergesio e Mattia Quaglia, Assessore Comune di Verzuolo

Puntata di giovedì 17 marzo, ore 13.00

Con la partecipazione del senatore Giorgio Maria BERGESIO (Lega), membro della Commissione Agricoltura del Senato e Mattia QUAGLIA, Assessore all’Agricoltura del Comune di Verzuolo.

ASCOLTA IL PODCAST

Martedì scorso, 15 marzo, l’Assemblea del Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge in materia di norme per la valorizzazione delle piccole produzioni agroalimentari di origine locale, di cui il senatore Bergesio è stato relatore.Un importante provvedimento per la valorizzazione e promozione della produzione, trasformazione e vendita, da parte degli imprenditori agricoli e ittici, di limitati quantitativi di prodotti alimentari primari e trasformati, di origine animale o vegetale, ottenuti da produzioni aziendali, che saranno riconoscibili attraverso la specifica etichetta “PPL”, ossia “Piccole Produzioni Locali”.

L’ambito di applicazione di questa legge ricomprende non solo le aziende agricole o ittiche ma gli Istituti tecnici e professionali a indirizzo agrario e alberghiero ristorativo che, nello svolgimento della propria attività didattica, producono o trasformano piccole quantità di prodotti primari e trasformati.

Inoltre, l’Aula di Palazzo Madama, sempre nella giornata di martedì 15 marzo, ,ha approvato, con modificazioni, un altro importante provvedimento per il comparto agricolo riguardante la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero e di quelli provenienti da filiera corta, che adesso passa di nuovo alla Camera per l’approvazione ( speriamo) definitiva.

Buon ascolto…

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Radio che Ascolta prima di essere Ascoltata!

SOSTIENI RADIO SPARLAMENTO

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER POTER CONTINUARE AD  OFFRIRE UN’INFORMAZIONE LIBERA,  INDIPENDENTE E COMPETENTE. UN CONTRIBUTO MINIMO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA PER IL NOSTRO LAVORO.